Il cinema a piccoli passi, un gioco nella comprensione dei linguaggi cinematografici e audiovisivi.

Un’esperienza per divertirsi a sperimentare i modi in cui il cinema comunica significasti ed emozioni, ma anche conoscere i materiali dell’immagine in movimento, avvicinando così, bambini e ragazzi, alla pratica, di ieri e di oggi, del fare cinema.

Ogni percorso, articolato in più incontri, sarà strutturato in base all’età dei partecipanti, agli obiettivi richiesti dagli insegnanti, e alla disponibilità delle classi.

Di seguito l’elenco dei percorsi che potrete conoscere più nel dettaglio scaricando il catalogo completo dei corsi al seguente link: inserire qui link x scariare il catalogo.

Laboratori

Stop motion. Dietro le quinte del cinema di animazione
Durante il laboratorio i partecipanti saranno guidati in un percorso di conoscenza e sperimentazione delle tecniche e dei meccanismi alla base del cinema d’animazione, che porterà i bambini e i ragazzi a diventare fruitori attivi di questo genere da loro così amato. Scopriranno che non si tratta solo di cartoni animati e forme d’intrattenimento ma di una vera e propria arte, una forma espressiva e narrativa, una visionarietà straordinaria accompagnata da un lavoro artigianale. La stop motion è una di queste, una tecnica di animazione video, per cui sono necessari 24 fotogrammi circa, cioè 24 “Scatti” per l’animazione di un solo secondo. Il laboratorio diviso a step, sperimenta questa tecnica attraverso lo studio del corpo e del movimento, e prevede la costruzione di personaggi utilizzando vari tipologie di materiali a scelta tra plastilina, silhouette e muppet. Gli esperti coinvolti attengono al mondo del linguaggio e tecnica cinematografica, artistica e teatrale.
Il percorso completo si sviluppa in 6 incontri ed è facoltativo; ogni classe può aderire a singoli momenti di lavoro e abbinare a proprio piacimento gli altri.

Adatto a: scuola primaria e scuola secondaria di primo e secondo grado.
Obiettivi: scoprire e conoscere la tecnica di Stop motion. Imparare a progettare e realizzare semplici opere video di immagini in movimento; Aumentare la percezione del proprio corpo nello spazio; migliorare il coordinamento e la motricità fine; Sviluppare dinamiche di lavoro di gruppo finalizzate a produrre un elaborato finale; Realizzazione di pupazzi e animazioni.
Incontri: da un minimo di 2 a 6 incontri della durata di 2 ore ciascuno.
Esperti: videomaker e blogger, laureata in Cinema e Immagine Elettronica; Choreographer – Art Director laureata in Psicologia con studi presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, Esperto in linguaggio audiovisivo e storia del cinema con DAMS a indirizzo spettacolo.

Giriamo in corto...cortometraggi e videoclip musicali
Si tratta di due distinti laboratori del fare cinema, rivolti ai ragazzi, che si occupano in forma sperimentale di condivisione di un progetto, favorendo la partecipazione nella distribuzione delle parti, finalizzati alla costruzione di un prodotto finale di gruppo: un cortometraggio o un videoclip musicale. Due forme di linguaggio cinematografico molto differenti tra loro, ma altamente significative ed efficaci quando si parla di nuovi strumenti di comunicazione tra i giovani, nonché contaminazione dei diversi linguaggi dell’arte contemporanea. Entrambi pensati secondo una struttura che si sviluppa in più incontri, da concordare direttamente con gli insegnanti, in base agli obiettivi da raggiungere e all’età dei partecipanti delle classi coinvolte. Si darà origine a momenti di lavoro complessi dal brainstorming, alla creazione di un soggetto, alla nascita di una sinossi, dalla quale prenderà forma il vero prodotto finale. Metodi alla Kubrickiana e tecniche di ripresa e montaggio saranno argomenti di studio, e scelte in itinere dell’operatore esperto che si occuperà di seguire il laboratorio in atto.

Adatto a: scuole secondarie di primo e secondo grado
Obiettivi: conoscere e utilizzare le tecniche di linguaggio cinematografico: dalla creazione di un soggetto, alla sinossi, alle tecniche di ripresa, scenografiche, a quelle di montaggio; Realizzazione di un prodotto finale (video spot, cortometraggio, videoclipmusicale) che potrà essere utilizzato per partecipare a videoconcorsi o per eventi scolastici; Lavoro di gruppo, coordinamento tra le parti.
Incontri: da un minimo 8 incontri della durata di 2 ore ciascuno.
Esperti: videomaker e blogger, esperti in tecniche di montaggio, esperto in linguaggio audiovisivo e storia del cinema, musicisti

I trucchi del cinema
Argomento interessante e attraente per qualsiasi età. Questo percorso, giocando col cinema, svela alcuni trucchi del mestiere, stimolando la curiosità e l’invenzione. Si tolgono le tende e si affronta un viaggio all’insegna del sapere e della sperimentazione, ripercorrendo la storia dai primi strumenti di illusione ottica, ai grandi effetti speciali dei nostri giorni. Un percorso simpatico, regolamentato e a volte ludico, che si avvarrà della visione di alcune celebri sequenze di film di successo, da Méliès, passando per Harry Potter e arrivare infine ad Avatar. La struttura del percorso è variabile si sviluppa in uno o più incontri, da concordare direttamente con gli insegnanti, in base agli obiettivi da raggiungere e all’età dei partecipanti delle classi coinvolte. Per una fascia d’età che va dalle classi secondarie di primo grado in poi, è consigliato un modulo aggiuntivo di approfondimento, che concentrerà lo sguardo sullo svelare delle tecniche di realizzazione di effetti speciali sonori, utilizzati in alcuni dei film più celebri del campo, quali per esempio Il Signore degli anelli.
Il percorso è articolato in più incontri, da concordare direttamente con gli insegnanti, in base agli obiettivi da raggiungere e all’età dei partecipanti delle classi coinvolte.

Adatto a: scuola primaria e scuole secondarie di primo e secondo grado.
Obiettivi: conoscere la storia del cinema e alcune stupefacenti tecniche di linguaggio cinematografico: quello dei trucchi e dei segreti degli effetti speciali; promuovere l’interesse verso la narrazione sinestetica del linguaggio cinematografico.
Incontri: minimo di 1 incontro della durata di 2 ore.
Esperti: Esperti in tecniche di montaggio, esperto in linguaggio audiovisivo e storia del cinema

Video-making. Progetto adolescenza
L’obiettivo del laboratorio di video-making è la cooperazione di un gruppo di lavoro, che con i propri semplici mezzi riesca a produrre opere video che si differenzino dalle casuali riprese di tutti i giorni. Quello che distingue un cosiddetto filmino da un’opera video, è il progetto che c’è dietro! Questo potente strumento di comunicazione, rappresenta un’opportunità per gli adolescenti di sperimentare un ulteriore linguaggio espressivo che soddisfi la necessità arcaica del raccontarsi attraverso il gioco e la resa creativa della propria immagine in obiettivo. Il laboratorio si strutturerà in maniera semplice, partirà dalla scrittura personale e/o di gruppo del soggetto, procederà alla scelta degli attori e dei luoghi di ripresa, passando dalla fase di stesura dello story board, e terminando con le riprese e il montaggio. Si argomenterà di tecniche di animazione, video-arte, video-istallazione, video-teatro, video-documentario attingendo materiale dal web, e vedendo a contatto con diverse opere video di artisti famosi. Per aderire al percorso è necessario disporre di una video camera (di qualsiasi tipo) e di un computer (meglio se portatile) adatto per il montaggio. La struttura del laboratorio è variabile, si può sviluppare a partire da un minimo di 5 incontri di due ore ciascuno, ad un massimo di 20, da concordare direttamente con gli insegnanti, in base agli obiettivi da raggiungere e alle disponibilità delle classi coinvolte.

Adatto a: scuole secondarie di primo e secondo grado.
Obiettivi: sviluppare le capacità di Designer Literacy; Cooperazione finalizzata alla realizzazione di un’opera video condivisa; Utilizzare il linguaggio cinematografico per narrarsi; Capire e conoscere le diverse fasi tecniche che compongono il progetto (soggetto, storyboard, luoghi, attori, riprese, montaggio, proiezione finale).
Incontri: da un minimo di 5 incontri ad un massimo di 20 della durata di 2 ore.
Esperti: videomaker e blogger, laureata in Cinema e Immagine Elettronica; Esperti in tecniche di montaggio, esperto in linguaggio audiovisivo e storia del cinema

Sapore di commedia. La storia del Novecento raccontata attraverso il linguaggio cinematografico
La vecchia e nuova commedia all’italiana rappresenteranno per gli storici futuri un materiale di documentazione molto meglio utilizzabile per “capire” la storia d’Italia dal dopoguerra ad oggi che non i film del cinema “alto”, quello degli Antonioni o dei Taviani.” La commedia all’italiana, oltre ad aver messo alla berlina l’italiano medio e i suoi vizi, ha raccontato i mutamenti della società italiana ed è ciò che, più della letteratura e del teatro, ha dipinto l’immagine più nitida del nostro Paese. Questo percorso ha l’obiettivo di spiegare ai ragazzi la Storia d’Italia dal dopoguerra ad oggi attraverso i film della commedia all’italiana più emblematici per ciascun decennio di riferimento. Un percorso simpatico, leggero, ma allo stesso tempo istruttivo che permetterà ai ragazzi di comprendere meglio l’evoluzione della società italiana, e non solo, in questi ultimi settanta anni; per far ciò ci avvarremo della visione di alcuni estratti di film.
La struttura del percorso è articolata in più incontri, da concordare comunque con gli insegnanti in base alle loro esigenze e agli obiettivi da raggiungere. Eventualmente, sempre in accordo con gli insegnanti, ciascun incontro potrà essere seguito dalla visione di un film rappresentativo del decennio di cui abbiamo parlato nel corso delle due ore.

Adatto a: scuole secondarie di secondo grado
Obiettivi: far conoscere la commedia all’italiana e quanto questa sia utile per conoscere il passato e capire meglio il presente; abituare i ragazzi alla visione anche di film in bianco e nero; incuriosire gli studenti al fine di alimentare l’interesse verso gli argomenti trattati, che potranno approfondire personalmente.
Incontri: da un minimo di 4 incontri della durata di 2 ore ciascuno.
Esperti: esperto in storia del cinema italiano e laureato in Scienze della comunicazione.

Scrittura cinematografica. Laboratorio di scrittura creativa e linguaggio cinematografico
lapissino
L’obiettivo del laboratorio di scrittura cinematografica è quello di far comprendere ai ragazzi che, dietro ai film che guardano al cinema o in televisione, c’è sempre un testo scritto: prima il soggetto e poi la sceneggiatura. La fase di scrittura è la più importante, senza di questa non vi sarebbe alcun film. Un grande sceneggiatore italiano diceva: “Nella fase di sceneggiatura viene discusso tutto, dal carattere al colore al taglio dei capelli alla psicologia al fatto proprio filmico all’approfondimento tecnico: in una sceneggiatura fatta bene, c’è tutto.”
Il laboratorio si strutturerà in maniera semplice ed è suddiviso in due moduli, l’uno il successivo dell’altro: il primo modulo è incentrato sulle basi della scrittura cinematografica (soggetto, sceneggiatura, divisione in atti, archetipi, viaggio dell’eroe e altro); il secondo invece mette alla prova gli stessi ragazzi che saranno chiamati, singolarmente o in piccoli gruppi, a scrivere una storia per un cortometraggio o uno spot e a sceneggiarla.
Il percorso completo si articola in almeno 12 incontri; le classi possono aderire ad entrambi i moduli, di 6 incontri ciascuno, oppure soltanto a uno dei due, in tal caso da concordare con gli insegnanti a seconda delle loro esigenze e della disponibilità delle classi.

Adatto a: scuole secondarie di primo e secondo grado
Obiettivi: far conoscere e sperimentare le diverse fasi di costruzione della struttura narrativa alla base delle opere cinematografiche, dalla scelta del soggetto alla sceneggiatura; conoscere la commedia all’italiana e quanto questa sia utile per conoscere il passato e capire meglio il presente; abituare i ragazzi alla visione anche di film in bianco e nero; incuriosire gli studenti al fine di insinuare l’interesse verso gli argomenti trattati, che potranno approfondire personalmente.
Incontri: minimo 6 incontri (per ciascun modulo) dalla durata di 2 ore ciascuno.
Esperti: Laureato in Scienze della comunicazione e sceneggiatore.

Consulta il catalogo completo delle proposte del Cinema La Perla visitando il sito www.laperlaempoli.it.